24 aprile 2020: aggiornato il protocollo delle misure per il contrasto al covid-19 nei luoghi di lavoro

La nuova versione tiene conto dei più recenti provvedimenti del Governo e del Ministero della Salute e, pur confermando tutti i punti del precedente “Protocollo condiviso”, aggiunge nuove disposizioni a partire da quella relativa alla sospensione delle attività in carenza di sicurezza. Si indica che, come già riportato nella precedente versione, la prosecuzione delle attività produttive può avvenire solo in presenza di condizioni che assicurino alle persone che lavorano adeguati livelli di protezione, ma si aggiunge che “la mancata attuazione del Protocollo che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell’attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza”.
Un’altra novità riguarda poi il tema dell’informazione. Si indica che “il datore di lavoro fornisce una informazione adeguata sulla base delle mansioni e dei contesti lavorativi, con particolare riferimento al complesso delle misure adottate cui il personale deve attenersi in particolare sul corretto utilizzo dei DPI per contribuire a prevenire ogni possibile forma di diffusione di contagio”.

Alcune anticipazioni sugli argomenti:
• L’ingresso nei luoghi di lavoro e la collaborazione tra committenti e aziende appaltanti;
• La sanificazione straordinaria le mascherine negli spazi comuni;
• Organizzazione del lavoro, smart working e distanziamento sociale;
• Il ruolo del medico competente e la sorveglianza sanitaria”;
• E tanto altro ancora…